Quando scriviamo un articolo o un post dobbiamo stare attenti a molti fattori, nell’articolo precedente abbiamo affrontato il problema di come strutturare i titoli per un ottimizzazione SEO.  Forse il fattore più importante agli occhi del motori di ricerca. Ma chi come me, che crea contenuti per se stesso o per clienti, sà che gli articoli sono composti da più fattori. Come Esperto SEO WordPress  vorrei oggi spiegarvi come ottimizzare un piccolo fattore che è rappresentato da come  ottimizzare le immagini per i motori di ricerca.

Ottimizzare le immagini per i motori di ricerca

Se, per esempio,  sei un blogger o scrivi articoli per un giornale o un giornale online, puoi porti  questa domanda ogni giorno: dovrei aggiungere un’immagine al mio articolo? La risposta è si!! Le immagini fanno un articolo più vivo e possono contribuire alla SEO del tuo articolo. In questo post, vorrei spiegare i passi da prendere per ottimizzare in modo ottimale un’immagine per SEO WORDPRESS.

Il primo passo da compiere per inserire un immagini ottimizzata è quella di comprimerla per andare a diminuire il peso dell’immagine stessa. Un immagine leggera non rallenterà l’ostacolo del caricamento dell’articolo, in questo modo si caricherà in maniera veloce e non rovinerà l’esperienza di chi visita il vostro sito. Ci sono programmi(software) che riducono il peso di un immagine, io personalmente utilizzo Photoshop, perchè mi permette di comprimere l’immagine e di non perderne la qualità.
Un’immagine ben ottimizzata ha anche il nome giusto e il testo alt , quindi è ottimizzato anche per i motori di ricerca.(spiegherò nel prossimo articolo).

Le immagini, aggiunte con una certa considerazione, aiuteranno i lettori a capire meglio il tuo articolo. “Un’immagine vale più di mille parole”. Sì, beh, probabilmente non per Google, o forse quasi mai, ma in alcuni casi lo è! Il tuo articolo ha bisogno di un’immagine che abbia lo stesso argomento del tuo articolo. L’immagine dovrebbe riflettere l’argomento del post, ovvero avere scopi illustrativi all’interno dell’articolo, ovviamente.

C’è una semplice motivazione SEO per questo motivo: un’immagine che è circondata da un testo correlato, si posiziona meglio per la parola chiave per cui è ottimizzata.

Scegliere il nome giusto per ottimizzazione SEO per le immagini

Quando hai trovato l’immagine giusta da utilizzare, un’illustrazione, un grafico o una foto, il passo successivo è quello di ottimizzare l’immagine da utilizzare sul tuo sito web. Ci sono una serie di ottimizzazioni SEO a cui pensare:

Per prima cosa dobbiamo andare ad inserire il titolo giusto per l’immagine. Se vogliamo che l’immagine venga trovata su Google con una determinata parola chiave, vi basterà inserirla come titolo. Partendo da questo criterio potete far comparire nella SERP un’immagine che contiene un giocatore di calcio ma è stata trovata con la parola danza classica. Questo perchè ( anche se le cose cambieranno) a Google interessa il titolo dell’immagine e non il contenuto.

È semplice: se la tua immagine è un’alba a Parigi che mostra la Notre Dame, il nome del file non dovrebbe essere DSC4536.jpg, ma notre-dame-paris-sunrise.jpg. La parola chiave principale sarebbe Notre Dame, perché questo è il soggetto principale della foto, per questo ho aggiunto che all’inizio del nome del file.

Ridurre peso immagini per ottimizzazione SEO

I tempi di caricamento sono importanti per UX(User Experience) e SEO. Più veloce il sito, più facile da visitare ed essere  indicizzato. Le immagini possono avere un impatto enorme sui tempi di caricamento, in particolare quando carichi un’immagine enorme e lo mostri veramente piccolo, come l’utilizzo di un’immagine di 2500 × 1500 pixel e la visualizzazione a dimensione di 250 × 150 pixel. L’intera immagine deve ancora essere caricata. WordPress aiuta fornendo l’immagine in più dimensioni dopo il caricamento. Purtroppo, ciò non significa che la dimensione del file sia ottimizzata, è solo la dimensione dell’immagine.

Quindi il passo da compiere è quello di ridurre il peso ed inserire l’immagine della dimensione giusta che ci serve. In questo modo il file sarà più leggero e WordPress non dovrà elaborare l’immagine per le dimensioni desiderate. Ovviamente per far quest’ultimo aspetto una volta caricato l’immagine sul vostro sito, dovrete impostare all’interno dell’articolo la dimensione giusta dell’immagine. Ad esempio se l’immagine che avete caricato è di 300×300, quando la caricate all’interno dovrete impostare la dimensione di 300×300.

Ottimizzazioni SEO per didascalie immagini?

La didascalia dell’immagine è il testo che accompagna l’immagine.  Perché questo testo è importante anche per l’immagine SEO? La gente usa quel testo durante la scansione di un articolo. Accanto alle intestazioni, le persone tendono a scansionare l’immagine e includere anche la didascalia in quella scansione. Una didascalia  può aiutare a comprendere il contenuto dell’immagine che è collegato al testo dell’articolo.

Facciamo delle didascalie a tutte le immagini? No. Come detto, a volte le immagini servono solo ad un altro scopo. Decidere se l’immagine a portata di mano è un’immagine che si desidera utilizzare per SEO pure o no. Tenendo in mente la sovra-ottimizzazione, direi che dovresti aggiungere una didascalia se avesse senso per il visitatore se questa didascalia è stata aggiunta. Pensate al visitatore in primo luogo, non aggiungere una didascalia solo per l’immagine SEO.

Conclusioni

Ottimizzare le immagini per i motori di ricerca riguarda molti aspetti. Si parte dalla dimensione, dal peso del file fino al trovare il titolo giusto all’immagine che stiamo caricando. Ultimo aspetto, ma non meno importante è il posizionamento dell’immagine all’interno dell’articolo.  Se un immagine che  ha un titolo con una determinata parola chiave viene inserita in un paragrafo o vicino ad un gruppo di parole  che tratta dello stesso argomento e che utilizza la stessa parola, il motore di ricerca premierà  la struttura dell’articolo e la premierà nei risultati.

Pur essendo un aspetto non vitale, i motori di ricerca premiano i siti che sono ottimizzati in ogni singoli aspetto, anche quello meno importante.

Se sei alla ricerca di un Esperto SEO WordPress  che ti aiuta a struttura il tuo progetto per migliorare la tua visibilità sul web non esitare a contattarmi.

Angelo Casarcia

Ciao Sono Angelo, sono qui per aiutarti a realizzare il tuo progetto o per risolvere un problema. Da 10 anni mi occupo di SEO WordPress, aiuto le aziende o singoli professionisti ad aumentare le visite del proprio sito web per raggiungere il loro obiettivo.

Leggi Altri Articoli

I miei canali Social:
TwitterFacebookLinkedIn