Cosa sono le short-tail e long-tail

Short-Tail e Long-Tail

Come consulente SEO oggi vorrei parlarvi di uno dei punti base che rappresenta  e fa parte della logica di costruire un sito web seguendo le logiche SEO, sto parlando delle parole chiavi che si possono suddividere in due categorie: short-tail e long-tail.

Le parole chiave sono essenziali per aiutare i motori di ricerca a collegare i vostri siti a certe parole, termini o frasi. Le parole chiavi possono essere suddivisi in:

  • Individuali: “ bicicletta”
  • Un insieme di parole: “vita sana con la bicicletta”
  • Frasi che contengono molte parole: “faccio una vita sana con la bicicletta e non prendo la macchina”

Questa è una delle differenze esistenti tra parole chiave short-tail e long-tail, che rispecchiano la differenza tra mercati ad ampio raggio a quelli di nicchia. E’ comunque ottimale aggiungere entrambe queste categorie di parole chiavi nel vostro blog,URL, ecommerce, sito vetrina, articoli ed immagini stando attenti al loro utilizzo in maniera precisa e studiata!

Le vostre migliori parole chiave descriveranno al meglio il contenuto del vostro sito web, ma seguendo la logica solamente alcune parole vi saranno veramente utili, e questo dipende dal volume di ricerca delle parole che volete usare e dalla tipologia di concorrenza!

Se quest’ultima ha un valore basso non avrete problemi a raggiungere la cima della pagina di ricerca, viceversa ci vorrà più tempo e dovrete usare molte accortezze SEO.

Short-Tail e Long-Tail come individuare le parole?

Quando mi contattano per avviare un nuovo progetto, soprattutto ecommerce, chiedo sempre quale sia il settore su cui il cliente vuole puntare. A volte capita anche che il cliente mi sà comunicare qual è la parola con cui vorrebbe farsi trovare dai nuovi clienti e partendo da questo inizio a stilare una lista di parole chiavi utili per questo nuovo progetto.

Esistono diversi tool che permettono di creare una lista di parole che fanno parte ad un determinato settore o di campi che come li definisco io ‘fanno da contorno’ a quello principale.L’individualizzazione di quest’ultimi vi sarà utile per strutturare il sito in maniera ottimale per il vostro cliente tipo.
Per effettuare questa ricerca vi consiglio di usare i tools di Google.

Inizialmente la vostra lista di parole sarà molto lunga, ma non vi scoraggiate! Determinare le migliori parole chiavi aumenta la possibilità di raggiungere i primi posti.

Ora che avete questa lista lunga dividetela per short-tail e long-tail, le prime sono generiche e molto competitive e rispetto ad un determinato settore non superano le 5 unità. Le long-tail invece sono più specifiche, sono formate sia da parole e che da frasi, e vengono utilizzati in punti specifici del sito web.

Una volta raccolto le parole chiave che ci piacciono di più o che fanno parte del nostro settore, con il tool di Google andiamo a cercare qual è il volume di ricerca mensile di queste parole. Otterremo un valore(ricordare che oscilla in base al mese e al settore) che le parole hanno nel web, e da questo potremmo decidere su quale puntare e programmare l’inserimento sul nostro sito web. Inoltre grazie a Google possiamo impostare la ricerca in base a diversi criteri:

  • Lingua
  • Località
  • Costo per Click
  • Possibilità di escludere parole chiavi
  • ed altri impostazioni….

Inizialmente è importante concentrarsi sulle parole ‘basi’ del nostro sito web, perché rappresentano meglio il volume di ricerca mensile e la concorrenza vera e propria.

Le parole short-tail si useranno ad esempio per la vostra URL, meta description, titoli pagina e all’interno del vostro contenuto. Le parole chiave long-tail si useranno nei titoli del blog, titoli di pagina, articoli ed ecc…

Ci sarà un effetto dove short e long si intrecceranno, ma se userete le parole nei loro punti esatti con il tempo andranno a creare un’ottima visibilità.
Capiterà che non raggiungerete la prima posizione grazie al titolo di pagina del vostro sito web, ma otterrete il risultato opposto con un articolo di blog. Con il tempo noterete che quest’ultimo darà una mano al primo per salire le posizioni nella SERP.

Con il tempo capirete che non è possibile tentare di commercializzare tutte le parole chiavi che avete trovato, ma dovrete cercare di ottimizzare quelle che avete individuato e che fanno parte del vostro settore.

Spero di averti spiegato cosa sono le short-tail e long-tail e come si cercano. Se hai problemi o vorresti creare un progetto ma non sai come affrontarlo contattami come consulente SEO adinfo@angelocasarcia.it

o chiamami al numero:
contattami-nero-angelocasarcia-it

Angelo Casarcia

Ciao Sono Angelo, sono qui per aiutarti a realizzare il tuo progetto o per risolvere un problema. Da 10 anni mi occupo di SEO WordPress, aiuto le aziende o singoli professionisti ad aumentare le visite del proprio sito web per raggiungere il loro obiettivo.

Leggi Altri Articoli

I miei canali Social:
TwitterFacebookLinkedIn